venerdì 4 aprile 2008

Salvador Dalì, Cristo di San Giovanni della Croce (Christ of St. John of the Cross-Sant Joan de la Creu)

Olio su tela
40x70 cm

Febbraio 2007
NB: La tonalità del quadro è stata appositamente e volutamente virata verso il rosso, per ottenere un tono più caldo e acceso.
Il colore del quadro originale risulta essere, perciò, diverso (sempre nei limiti della diversità che le immagini reperibili - sui libri e da internet - offrono) .

4 commenti:

joan claparols ha detto...

El titol en català,idioma de Dali,és sant joan de la creu.Records a Sardenya!!

Alizarin ha detto...

GRAZIE!! lo aggiungo subito!
:*************
Alizarin

FULVIO ha detto...

bello ,ma il mio ha superato ,come precisione e tonalita' all' originale di DALI'

Alizarin ha detto...

Fulvio, scusami, ma non ho capito..
Ne hai fatto uno anche tu e ti è venuto meglio? Vuoi dire questo?

Non ho dubbi che ci siano copie 10mila volte migliori di questa :)

Non posso che congratularmi con te!
Perchè non metti il link delle foto?!


In ogni caso, ribadisco, quello che c'è scritto nel post, ossia che recuperare una immagine che sia la riproduzione esatta di qualsiasi quadro è pressocchè impossibile.

Lo schermo stesso di ogni pc, la stampa e la carta dei libri, lo scanner, gli ingrandimenti poi, modificano mostruosamente i colori.
Non ultimo anche la digitale con cui fotografi il tuo lavoro, una volta ultimato.
Anche i colori usati, poi , sulla tela, cambiano un pò.
Anceh usare olio di noce al posto dell'olio di lino, fa la differenza.
Di fatto, l'unica precisone cromatica più prossima al vero, sarebbe data dal poter lavorare davanti al quadro originale e lavorare davanti e vicino al modello, usando magari le stesse miscele di colore dell'autore, sotto la luce del sole (la luce artificiale altera la percezione del colore in modo impressionante).
MA per me è impossibile.

Tornando a noi, questo quadro non ha la pretesa di essere un "falso di precisione" (già dalle dimensioni, e dalla mancanza della parte inferiore che completa l'orgiinale): è stato volutamente modificato.

E' ovvio che non ha la stessa tonalità, visto che è virato in rosso, non potrà averla per scelta (decisa e pianificata) a tutto principio.

PEr quanto riguarda la "precisione", anche questo è un problema serio. Mi ci son "scontrata" più volte, perchè non ho attrezzature, a parte la "lente" di paint :D coi suoi limiti, dati anche dalle micro-foto iniziali. In una parola: sgrana.

In ogni caso, io parto dal presupposto che ci sono due tipi di copie: quelle in stile poster, talmente uguale che a quel punto te lo compri pure già incorniciato; e quelle dove anche chi copia mette le sue emozioni, il suo stile e il suo cuore.
C'è chi dice che è giusto il primo stile, perchè "una copia è una copia e basta", io invece trovo questo sterile e puro menierismo, freddo e senza un perchè, e opto per il secondo approccio.

Mi perdono per gli errori perchè cmq è stato il mio secondo lavoro, avendo alle spalle il niente...
sai come si dice... "comunque vada, sarà un successo!"

Grazie per il tuo commento!
dai che vediamo le foto del tuo!

ciau
^_^